MISSILE CARS

Le “missile cars” rappresentano per noi l'essenza e lo spirito del Drifting. Queste macchine, affidabili e dalle ottime prestazioni, sono progettate per sessioni di allenamento individuale e di puro divertimento in twin drift.
Il fatto che su queste vetture non vengano effettuati costosi interventi “cosmetici”, vi farà sentire liberi di adottare uno stile di guida più audace. Già dopo pochi giri in pista, con una delle nostre “missile”, la vostra guida sarà come per incanto più sciolta, fluida e grintosa!

Le nostre “missile cars” vengono sviluppate prevalentemente a partire dai modelli Nissan S-Chassis con motore SR20DET e Toyota JZX100 con motore 1JZ. Su queste automobili effettuiamo importanti modifiche alle geometrie, all’assetto e al motore, e questo le rende facili da guidare e molto affidabili meccanicamente.
Chris Forsberg, Ryan Tuerck, Vaughn Gittin, Daigo Saito e Andy Gray, per citare solo alcuni dei grandi campioni del drifting, si allenano regolarmente con le loro “missile cars”... e voi, cosa aspettate?

Le “missile cars” rappresentano per noi l'essenza e lo spirito del Drifting. Queste macchine, affidabili e dalle ottime prestazioni, sono progettate per sessioni di allenamento individuale e di puro divertimento in twin drift.
Il fatto che su queste vetture non vengano effettuati costosi interventi “cosmetici”, vi farà sentire liberi di adottare uno stile di guida più audace. Già dopo pochi giri in pista, con una delle nostre “missile”, la vostra guida sarà come per incanto più sciolta, fluida e grintosa!
Le nostre “missile cars” vengono sviluppate prevalentemente a partire dai modelli Nissan S-Chassis con motore SR20DET e Toyota JZX100 con motore 1JZ. Su queste automobili effettuiamo importanti modifiche alle geometrie, all’assetto e al motore, e questo le rende facili da guidare e molto affidabili meccanicamente.
Chris Forsberg, Ryan Tuerck, Vaughn Gittin, Daigo Saito e Andy Gray, per citare solo alcuni dei grandi campioni del drifting, si allenano regolarmente con le loro “missile cars”... e voi, cosa aspettate?